"Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?" (Joseph Conrad)

venerdì 10 settembre 2010

Dufour 40e "compromessi zero"

e meno male che nasce come racer/cruiser tutta infusione, 
iniezione e coperta tutta-armata-harken.... andate al min 3.30 per piangere........  :-(((
PENOSO. 





by SoloVela.net

8 commenti:

  1. Possibile che nessuno della Doufur se ne sia mai accorto ?!?!?! :-D (grasse risate!!!)

    RispondiElimina
  2. una volta al salone di venezia ho visto un Sun Odyssey 40 e rotti che per poter utilizzare la manovella per regolare il paterazzo toccava aprire il gavone di poppa :-D

    RispondiElimina
  3. SI! e poi è carino come il commentatore faccia di tutto per minimizzare la cosa, altrimenti ineludibile vista la prova "compromessi zero":
    e così il difetto diventa un PICCOLO PROBLEMA risolvibile altrimenti lavorando con la manovella a zigo-zago..
    (che poi con i winch messi li in basso il tailer come dovrebbe star messo.. in ginocchio in fondo al pozzetto!?!?)

    ..poi non parliamo degli interni: il carteggio è demenziale, buono per scrivere le cartoline.. idem la zona lavaggio in cucina, definita altrimenti testualmente "particolare".. !!!
    (manco per sciacquare la caffettiera)

    poveretto il commentatore non sa più che inventarsi per non dire a chiare lettere che è schifato..
    "un metro e mezzo d'onda..." per giustificare la barca che va a destra e sinistra, altro che stabilità di rotta..
    "una comoda cabina doppia posteriore.. con un letto ad una piazza e mezza, ma comodo... e poi c'è una mensola lunghissimaaaaaaaaaa" ...
    "qui abbiamo il tavolo di carteggio che è abbastanza grande per una carta, ma piegata in due, però lo sgabello è comodissimooooooooo"

    RispondiElimina
  4. Ma quel winch!!! È assurdo!!!
    Comunque se è un piccolo difetto...

    RispondiElimina
  5. (già che l'ho scritta per rispondere in pvt ad un amico.......)

    con la premessa che nel campo delle barche da crociera pura apprezzo moltissimo la serie Grand large, e se ne avessi avuto la possibilità economica avrei strizzato più di un occhio al 385gl comunque usato "recente", pur con i suoi difetti di "gioventù" comuni a tutte le barche con meno di 10/15 anni eppure progettualmente "intelligente" (per non dire dello splendido 405), passo ad elencarti una serie di difetti davvero abominevoli che già in una prova video come quella postata su youtube si evincono (dunque non oso immaginare quante altre porcherie sarei capace di trovarci di persona!!!)

    ed inizio ovviamente dal minuto 3.30 con questo famoso verricello mal collocato: perché non esistono giustificazioni in merito, e nessuno mi racconti che è una scelta mirata alla conduzione in solitario o poche altre balle, che in tal caso di errore GROSSOLANO si tratta, discutendo di una barca che (cito tra virgolette le parole del tester e di nuovo lo farò più avanti in questa mia email) "è studiata sia per la crociera che per l'uso in regata": e lo voglio vedere io un tailer come deve sistemarsi per regolare la scotta con un verricello messo li!
    intendo dire che al di là della distanza dalla corsia di scotta di randa sbagliata, quella posizione per il winch è SBAGLIATA, e contavviene ad ogni regola più elemantare di ergonomia: dovrà mettersi seduto sul fondo del pozzetto il tailer? o inginocchiato? o si mette a 90 con le chiappe esposte al tattico facendosi anche venire la gobba? e -più seriamente- da li, con quel verricello così interno, vedrà mai il bordo di uscita del genoa? e non intralcerà il timoniere? e sotto spi/genny userà gli stessi winch? e non intralcerà anche il randista visto che i winch del circuito della randa sono collocati a non meno di 50cm?

    la barca è esteticamente bella, splendide le linee di uscita a prua e bellissimo il disegno della tuga, ma Felci quando ha disegnato il pozzetto doveva aver fumato roba davvero pesante..... oppure era ubriaco più di Jezequiel. (ma almeno quell'altro sotto i fumi dell'alcool dava fuori "di genio")

    ..poi che s'ha da fare con quell'enorme pozzetto dall'assembramento di timoni e winch all'estrema poppa fino alle tastiere in tuga non si capisce... ci sono i poggiapiedi ma -visto che è un crociera/regata e come tale una barca insulsa per definizione- avrebbero anche potuto metterci un bel tavolino ad ali ripiegabili con l'abajour 12v.......

    RispondiElimina
  6. passo agli interni adesso?
    mi spiace ma lo faccio, tanto per dimostrare che anche li ci sono dettagli che fanno propendere per una ubriacatura generale, con Patrick Roseo pure lui seduto allo stesso desco serale, consumato a base di ostriche andate a male...

    - il tavolo del quadrato è ridicolo: ci si sta seduti in 6 forse "molto grande" a detta del giornalista, però è fisso non ha l'ala ripiegabile dal lato di dritta verso il divano che pertanto risulta troppo distante, non si abbassa, si vede che è collocato su due supporti penosamente sottili ed il piano è a sua volta degno dell'ikea, senza nemmeno uno straccio di portabottiglie al centro o altra alcuna parvenza di "marinità" o sforzo progettuale: con tutto il rispetto per i geometri (ho anche io un diploma di geometra) sembra disegnato da un allievo geometra al primo anno
    e dello "strapuntino" ne parliamo!??! manco fossimo su un 34 piedi destinato al noleggio.. e meno male che hanno adoperato il "sistema dell'iniezione nella tuga per ottenere spessori più sottili e maggiore spazio all'interno": complice anche il colore wengè lo spazio in video sembra minimo!

    - la zona di cucina è ridicola: ha un piano enorme ma tutt'altro che fruibile perché separato in due tronchi con la cucina al centro e quello più ampio e più vicino all'acquaio ha la botola del frigo che a sua volta è eccessivamente grande e serve solo a dispendere il freddo a quel modo non certo a permettere di recuperare meglio la roba dentro (sempre che lo stesso non debba essere adoperato perennemente all'ormeggio con relativo cavo banchina collegato); il lavello è quanto di più cervellotico io abbia visto: due vaschette, carino con la vaschetta piccolina per il risciacquo ma collocato con le vasche nel senso di poppa/prua! ..mi spiegate come dovrebbe operare il lavapiatti, e con quale ciclo di risciacquo e specialmente messo come?!? per piatto con le chiappe poggiate al carteggio?!?! non mi pronuncio nemmeno sulla presenza degli spigoli vivi ai cassetti: sembra la cucina di un monolocale in centro a milano più che quello di una barca!
    per il giornalista è "una cucina molto ampia e molto grande, con uno sviluppo importante ed un lavello dalla disposizione particolare" ...ipse dixit

    - il carteggio è infine il vero pezzo forte.. li Roseo davvero era in pieno coma etilico ritengo, con uno sgabello "molto comodo" ed una specie di secretaire buono forse per scriverci le cartoline altro che per "aprire una carta nautica ma solo ripiegata a metà", per non dire della distanza dal pannello verticale a paratia che si vede benissimo troppo lontano per poter pigiare tasti e lavorare sugli strumenti elettronici rimanendo seduti.. DEMENZIALE.

    RispondiElimina
  7. - bagno: qui non serve sprecare molte parole perché non mi pare male, salvo essere collocato a centro barca come fossimo su un 34 piedi da noleggio.. (il Dufour 35 classic in versione 3 cabine per il charter lo aveva così, sempre per rimanere in campo Dufour) salvo che qui parliamo di una barca sofisticata e decisamente altisonante anche a livello di target di vendite.. (splendido il piano d'incasso del lavello in fino marmo scuro.. con un bello spigolo vivo sporgente pronto a cavare un occhio al malcapitato che volesse liberarsi durante una bolina!)

    - cabina posteriore: qui davvero il povero tester deve arrampicarsi sugli specchi per non demolirla, alla faccia della prova "vera, compromessi zero" come recita l'adesivo sulla poppa: si vede che per entrarci si mette di lato, tanto è stretta la porta e non certo lui sembra un marcantonio.. poi splendidamente recita "il letto è molto ampio, una cuccetta una piazza e mezza molto comoda" ..però "c'è una lunga e comodissima mensola dove riporre i propri oggetti personali" si certo.. i peluche come nella cameretta dei bambini!! (gli avranno spiegato che i libri sulla mensola alla prima bolina spaccheranno tutti i denti del marinaio di turno di riposo?!)

    Negli interni si salva solo la cabina di prua, forse... con un bel materasso di qualità ed un ottimo gavone sotto apribile e bloccabile (si sono sprecati a mettere un fermo, insomma): molti i mobiletti con grande profusione di spigoli a vista ed antine modello ikea che anche il rumore fa spavento (vorrei vedere da vicino la ferramenta: fermi, pomelli, cernire ecc)

    tornando all'esterno a parte il famoso verricello non sono da meno la scotta di randa che si appoggia alle draglie con la scotta tutta lascata ("però ci sono i cuscinetti sulla rotaia" così la volta che la randa parte davvero prima di disalberare si porta via anche la battagliola..) sono poi mirabili le bitte poste assai a pruavia del pulpito e senza passacavo, di modo che non si possa mettere mai una cima ad incrociarsi sulla poppa (nel video si vede che c'era tanto così di vento anche in porto e la codetta fa forza sul pulpito..); però ci sono cancelletti o come gli chiamerebbe Adolfo barcarizzi dappertutto: perché ci si DEVE fare anche crociera.. infatti anche il lazybag smutandato fa la sua porca figura: scomoda, ma la crociera si deve farla.. (salvo poi perdersi i figli che vogliono ammirare i delfini a prua dal pulpito aperto modello melges..)

    - dati numerici: 360 litri di acqua sono niente.. se vogliamo parlare di un 12 metri da crociera; un rapporto di 2386/7386= 32% di zavorra in chiglia sono niente.. se vogliamo parlare di una barca da regata.


    Barca BELLA esteticamente.. e si sa che la doppia ruota fa presa anche sul sesso debole e contribuisce ad alzare il tasso celoduristico dell'armatore...
    Barca BUONA dal punto di vista tecnico e dei contenuti tecnologici, a livello di fattura realizzativa adotta tutte le migliori tecniche presenti sul mercato..
    però che PENA a livello funzionale...... uno spreco di tanto scibile per risultati grossolanamente SBA-GLI-A-TI.

    RispondiElimina
  8. Quando la volpe non arriva all'uva dice che è acerba. Hai un accanimento mostruoso contro questa barca.

    RispondiElimina

stramba, vira, rimettiti in rotta e poi commenta...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...